FERITE NELLA FORESTA – SERATA CONCLUSIVA

FERITE NELLA FORESTA - SERATA CONCLUSIVA

GRUPPO / ASSOCIAZIONE

(E)Vento tra i salici

COMUNE

Sona

AMBITO DI INTERVENTO

Ambientale

IMPORTO

€ 1.350

INNOVATITIVA'

- Aiutare concretamente ed economicamente i boschi del Triveneto colpiti dalla tempesta di Vaia
- Creare rete e supporto con associazioni e progetti extraterritoriali
- Sensibilizzare al rispetto e alla salvaguardia della natura

IN COSA CONSISTE IL PROGETTO?

Il progetto consiste in una serata conclusiva della rassegna “Ferite nella Foresta” dove il tema centrale è il disastro ambientale delle montagne del Triveneto colpite dalla tempesta di Vaia alla fine di ottobre del 2018. Si prevede un pre-concerto letterario interattivo a tema natura/montagna e il rapporto dell'uomo con essa, proponendo la lettura di testi e poesie con l'aiuto di una ragazza del progetto Groove The Walking Books. A seguire un concerto in acustico gestito dall'associazione Da Vicino Concerti con un artista sensibile all'argomento trattato. Inoltre, la Forestale sarà presente in loco con delle piante acquistabili dal pubblico attraverso una donazione che andrà in beneficenza al Vaia, un progetto che raccoglie fondi per le zone colpite dal disastro. La serata sarà allestita con materiali di recupero e verrà creato un albero simbolico, l'albero della poesia, dove i fruitori potranno lasciare scritta qualche considerazione personale su quanto appreso vivendo questa esperienza. Infine, presenti alla serata due stand, quello del CAI e la start-up Vaia che crea amplificatori per smartphone con il legno degli alberi caduti durante il disastro.

A CHI E' RIVOLTO?

L'evento è rivolto a tutti gli interessati al tema a prescindere dall'età. Prevediamo, oltre ai giovani, anche un target di appassionati di montagna e natura. Inoltre potranno partecipare adulti/anziani, famiglie e, in generale, cittadini del nostro territorio interessati o curiosi di sapere di più su questo tema così attuale.

VUOI SAPERE CHI SI NASCONDE DIETRO QUESTA INIZIATIVA?

L’Associazione (E)Vento tra i salici nasce dallo spirito di aggregazione di alcuni ragazzi della provincia di Verona, intenzionati a dare una voce concreta alla creatività giovanile grazie alla promozione ed organizzazione di eventi culturali. Il nostro obiettivo è quello di impegnarci a creare uno spazio adeguato a una espressione sana e costruttiva dei giovani, fatta di arte, musica e divertimento, ma anche rispetto, solidarietà e senso civico. Costruire, collaborare, aiutare ed aiutarsi: sono questi i concetti chiave che guidano le nostre idee. L'origine del nome: “(E)Vento tra i salici” prende spunto dal romanzo di Kenneth Grahame “Il vento tra i salici”, incentrato su degli animali antropomorfi che simboleggiano la società rurale inglese dei primi anni del Novecento. Perché abbiamo scelto di omaggiare questo classico della letteratura? Prima di tutto perché i fondatori dell’associazione provengono dal paesino veronese di San Giorgio in Salici, che guarda caso richiama il nome del libro, e poi ci piaceva l’idea di giocare con le parole “vento” ed “evento” fondendole insieme: vento che indica l’aria fresca portata dalla creatività giovanile, vento che con una semplice (E) indica la nostra attività principale: dare vita ad eventi sociali e culturali.

Segui il progetto sulle
pagine ufficiali:
Segui il progetto sulle
pagine di Carta Giovani: